Romanian English French German Italian
TRADUCERI PROFESIONALE - Tel: +40 758745840

 

traducere autorizata

  • Cos’è una traduzione autorizzata?    

La traduzione autorizzata è un documento scritto, avendo la firma di un traduttore autorizzato dal Ministero della Giustizia, in cui il traduttore certifica che la traduzione del documento è conforme all’originale.

  • Cos’è la lingua d’arrivo?

La lingua in cui è tradotto il testo. Un testo d’origine puo essere tradotto in più lingue d’arrivo.

  • Cos’è la lingua d’origine?

La lingua in cui si trova il testo d’origine. Un testo d’origine può essere scritto in più lingue d’origine.

 

  • Cos’è una traduzione specializzata?
    traduceri tehnice

La traduzione specializzata rispetta la formulazione del testo d’origine e crea di nuovo le strutture della lingua d’origine nella lingua d’arrivo tramite mezzi specifici.

 

  • traducere legalizataCos’è una traduzione legalizzata?

La traduzione legalizzata è utilizzata per i documenti di uso ufficiale o internazionale e consiste nel garantire della legalità del documento da un organo statale o un’istituzione abilitati in questo senso. Il processo di legalizzazione delle traduzioni verifica se la firma (le firme) e il timbro (i timbri) del documento sono autentici. Tramite il processo di legalizzazione della traduzione non si verifica o certifica se il documento è corretto e completo in cio che riguarda il contenuto e non producce un’approvazione del contenuto del documento tradotto dall’istituzione che fa la legalizzazione.

  • Cos’è la localizzazione?

La localizzazione rappresenta l’adattamento linguistico-culturale e la traduzione delle applicazioni software, descrizioni tecniche, manuali d’uso ecc., per i mercati.

  • Cos’è l’apostille? apostile

L’apostille è una procedura semplificata di sopralegalizzazione degli atti, essendo applicata soltanto dagli Stati parti della Convenzione riguardante l’eliminazione della richiesta della sopralegalizzazione degli atti ufficiali stranieri, conclusa all’Aja il 5 ottobre 1961. La Convenzione è conosciuta anche col nome di “La Convenzione dell’Aja del 1961” o “La Convenzione sull’Apostille”. Il timbro speciale chiamato “Apostille” viene applicato sul documento una sola volta dall’autorità dello Stato d’origine e cosi le autorità dello Stato dove il documento sarà utilizzato lo riconosceranno senza la sopralegalizzazione o altre formalità.

  • L’elenco attualizzato all’inizio del mese di giugno 2013 sugli Stati firmatari della Convenzione dell’Aja del 1961 (in Romania, hanno la competenza di sottomettere “l’apostille” le istituzioni del Prefetto rispettivamente le Camere dei Notai Pubblici):
    A Africa del Sud, Albania, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Armenia, Australia, Austria, Azerbajdzan
    B Bahamas, Barbados, Belarus, Belgio, Belize, Bosnia-Herţegovina, Botswana, Brunei, Bulgaria
    C Capo Verde, Cechia, Cina (Hong Kong), Cina (Macao), Cipro, Cook Islands, Colombia, Corea del Sud, Costa Rica, Croazia
    D Danimarca, Dominica, Repubblica Dominicana
    E Ecuador, El Salvador, Svizzera, Estonia
    F Fiji, Finlandia, Francia
    G Georgia, Germania, Grecia, Grenada
    H Honduras
    I India, Irlanda, Islanda, Israele, Italia
    J Giappone
    K Kazakistan, Kirgizistan
    L Lesotho, Letonia, Liberia, Lituania, Liechtenstein, Lussemburgo
    M Macedonia, Malawi, Malta, Mauritius, Gran Bretagna, Marshall Islands, Messico, Repubblica di Moldavia, Monaco, Mongolia, Montenegro
    N Namibia, Nicaragua, Niue, Norvegia, Nuova Zelanda
    O Olanda, Oman
    P Panama, Perù, Polonia, Portogallo
    R Russia
    S Santa Lucia, Santi Vincenzo & Grenadine, Santi Kitts & Nevis, Samoa, San Marino, Sao Tome & Principe, Serbia, Seicelle, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Surinam, Stati Uniti d’America, Svezia, Swaziland
    T Tonga, Trinidad e Tobago, Turchia
    U Ucraina, Ungaria, Uruguay, Usbekistan
    V Vanuatu, Venezuela

    Grazie agli accordi bilaterali sono esentati dalla legalizzazione dei loro atti in Romania i cittadini dell’Albania, Cina, Repubblica Popolare Democrata di Corea, Repubblica di Moldavia e Pologna.

     

    • Cos’è la sopralegalizzazione?      

    La sopralegalizzazione (o la legalizzazione consolare) è la procedura con l’aiuto di cui uno Stato conferma la veridicità dei documenti emessi sul suo territorio o sul territorio di un altro Stato. La sopralegalizzazione è richiesta da una serie di paesi che non hanno concluso accordi bilaterali o multilaterali sulla semplificazione o l’abolizione completa della sopralegalizzazione. La sopralegalizzazione include numerose procedure di autenticazione dell’atto e delle firme ci applicate, e cosi sul documento sarà applicato, normalmente, il timbro dell’ambasciata o del consulato dello Stato di destinazione, o del ministero degli affari esteri di questo Stato.

     

    ScreenShot001
     

     

     

English Germany France Italy Romania